Madre-Terra

Madre-Terra

Madre-Terra

Madre-Terra…..

Un’estate un po’ diversa, lontano dalla folla, lontano da Milano e a contatto con la natura….
Una scelta obbligata, anche per chi, come me, è abituato al casino, alla confusione, ai viaggi ed al rumore; avevo voglia di pensare, di suonare e di sporcarmi le mani con la terra…
La terra, che ci genera e ci nutre e che tanto spesso non sappiamo apprezzare e rispettare, con le sue stagioni ed i suoi tempi.
Tornare alla terra, in un sogno senza tempo, dove tutto è scandito dalla luce e dal buio, dal sole e dalla notte; sporcarsi le mani e sentirne il calore, per riscoprire la sua energia.
Con la natura, che ci sorprende con la sua generosità, ho riscoperto il significato dell’umiltà, perché di fronte e lei mi sento nudo delle mie sovrastrutture e ritrovo la mia vera essenza…
La natura…In questi mesi la musica e la mia famiglia sono state le uniche distrazioni dal mio rapporto con lei, le serate con la chitarra in mano, insieme a Chicco, scoprire e scrivere per i progetti della nuova stagione; anche la musica ha una sapore diverso.
Calma…. Come dice il testo di una mia canzone… respira e ritrova il tuo centro, la musica serve anche a questo, e la natura è il luogo ideale per riscoprirne l’importanza…
Anche il tempo ha assunto un valore relativo in questi mesi, ed è stato scandito dai prodotti della terra, ognuno di loro ha un tempo, una stagione, senza fretta…
Solo noi abbiamo fretta…. L’essere umano non ha mai tempo per se stesso…
Io quel tempo l’ho cercato, in un’estate senza tempo, per ritrovarmi e ritrovare le persone che amo…
Ora sono pronto a tornare, un po’ più forte, un po’ più sereno, con la voglia di cantare…..

 

 

 

 

No Comments

Post A Comment

Translate »