DISCOGRAFIA
Sono cose delicate
Anno di pubblicazione : 2016
Etichetta: Tranquilo
Sono cose delicate è un album profondamente calato nella quotidianità, e già nel titolo prefigura una particolare attenzione a questioni che necessitano di cura e dedizione: la famiglia (Con il fiato corto), l'amore (Questa è per te), il rispetto di sé e degli altri (Fidati di te, Tutti a scuola), la celebrazione dei maestri (Pianista senza piano) e molto altro. Registrato presso lo studio Tranquilo, l'album può vantare importanti e numerose collaborazioni, come quelle di Nicola Stilo, Faso (di Elio e Le Storie Tese) e il chitarrista jazz Greg Lamy. Nel player, i preascolti delle tracce del disco.

A volte arriva il jazz
Anno di pubblicazione : 2013
Etichetta: NAR International
Registrato dal vivo presso il Blue Note di Milano. Questo disco è un importante punto di arrivo per Marco Massa, che consacra il suo accesso al tempio milanese del jazz e del blues con la testimonianza di tanti amici illustri quali Francesco Baccini, Tullio De Piscopo, Armando Corsi, Massimo Moriconi ed il compianto Renato Sellani.

Io sono freak
Anno di pubblicazione : 2011
Etichetta: NAR International
È sicuramente un disco diverso da quelli precedenti, più duro e proiettato verso importanti tematiche sociali. Eppure, nella sua capacità di guardare il mondo con crudele realismo, Marco Massa riesce ugualmente a graziare il genere umano, perdonandone le piccole e grandi miserie attraverso la sensibilità dell’amore e della poesia. Con il brano “Cara Milano”, nel 2011 Marco vinse il Premio Sergio Endrigo.

Nelle migliori famiglie
Anno di pubblicazione : 2007
Etichetta: Tranquilo
Disco ricco di sfumature intimiste, è un concept album all’interno del quale Marco Massa si è confrontato con la sua storia di uomo, di figlio e di padre, regalando agli ascoltatori tanti piccoli affreschi di poesia quotidiana. Politica, primi amore e passioni sportive si mescolano in un sapiente mix di emozioni, tenerezza e sincerità.

Come un tuareg
Anno di pubblicazione : 1997
Un disco fresco ed innovativo per il panorama italiano, realizzato con il quartetto d’archi Erasmus, che ha subito contraddistinto Marco Massa come un autore fuori dal coro. L’omonimo singolo vinse la X edizione del Premio Musicultura Città di Recanati, imponendo subito il talento di Marco all’attenzione della critica di settore.